Come abbiamo già visto precedentemente, disintossicare è un termine spesso sfruttato, ma pochi sanno che è “pieno di significati”. Lo possiamo utilizzare per parlare di “disintossicazione” di Corpo, Mente e, se volete, anche Spirito. Secondo la MCC (Medicina Classica Cinese) l’uomo è costituito da Jing (essenza), che possiamo ricondurre al corpo, Qi (energia) e Shen (spirito). Oggi parliamo quindi di alimentazione, specificando quali alimenti possono o aiutano a “disintossicare” anche l’energia e lo spirito del nostro corpo.

È evidente che l’alimentazione colpisce in primo luogo il corpo, così come le tecniche di respirazione agiscono in primis sull’energia, mentre la meditazione agisce sullo spirito. Ma l’impatto iniziale sul corpo si diffonde poi, a macchia d’olio, anche sulle altre sostanze che costituiscono l’essere umano.

Cosa significa “alimentazione depurante” e perché?

“Depurante” significa ricca di frutta e verdura, in quanto questi alimenti ripuliscono l’organismo da molte delle sostanze tossiche presenti nel nostro corpo. I flavonoidi ad esempio (un tipo di queste sostanze) sono in generale antiossidanti ed antiinfiammatori ed eliminano molte di quelle sostanze, come i radicali liberi, che concorrono, da un lato, all’invecchiamento del corpo e dall’altro all’insorgenza anche di gravi malattie.

“Alimentazione disintossicante” significa poi utilizzo di cereali, che non si limitano a pane e pasta (possibilmente integrali, in quanto contengono molte delle sostanze presenti nelle verdure), ma includono anche altri tipi di cereali come l’orzo, l’avena, la segale ed i cosiddetti “cereali minori”, come il miglio. È  importante, soprattutto in estate, limitare gli alimenti proteici (carni rosse, formaggi, uova) dando preferenza alle carni bianche ed al pesce.

Secondo la MCC, alcuni alimenti impattano e fortificano lo Jing, mentre altri sono più utili per il Qi e, in parte minore, agiscono direttamente sullo Shen e sul sangue che aiuta lo Spirito a diffondersi ovunque nel corpo.

Per lo Jing sono utili tutti gli alimenti vegetali freschi e di stagione, in modo particolare ostriche, vongole, cozze, pere, noci, litchi, limoni e pomodori.

Per il Qi sono invece molto utili i cereali (il riso in particolare), il miele e il latte di pecora. Anche l’uso saltuario della carne rossa (manzo) giova all’energia del corpo.

Per lo Shen è invece indicato il consumo di spinaci, melanzane, tuorlo d’uovo, carne di manzo e  latte vaccino.

 

A cura del Prof. Maurizio Corradin – Medico-Chirurgo, Specialista in Medicina dello Sport, Professore a.C. di Fitoterapie e Agopuntura Università di Siena e Presidente del Comitato Scientifico Lefay SPA Method.