La moquette dei corridoi di Lefay Resort & SPA Lago di Garda si ispira all’opera “Via dei canti” di Cristina Bruniera, artista trevigiana, che durante un lungo soggiorno in Australia ha scoperto un continente dove natura e colori sono elementi dominanti.  L’artista è entrata in contatto con il mondo aborigeno e la sua straordinaria attività pittorica e di rappresentazione basata su una serie di elementi come l’acqua, la terra, il vento e la luce.

Da questa esperienza, l’artista ha tratto ispirazione per il suo dipinto “Via dei Canti” che rappresenta il viaggio rituale degli antenati totemici che hanno creato ogni forma di vita. Secondo la cultura aborigena per ogni uomo arriva, prima o poi, il momento di partire per un lungo viaggio per ripercorrere simbolicamente le “piste del sogno” o “le vie dei canti”, un labirinto di sentieri immaginari, visibili solo agli aborigeni, che conduce alla rivelazione della segreta armonia della Creazione.

Il viaggio ha la funzione di assicurare la continuità del clan a cui si appartiene e di ristabilire l’ordine naturale. Ripercorrendo le orme degli esseri mitici, ovvero le antiche Vie dei Canti, viene compiuto uno degli atti più belli, puri e simbolici della spiritualità degli aborigeni australiani. Un rito che rappresenta tutta la loro cultura e racconta l’imprescindibile legame tra uomo e natura.

Lefay ispirandosi a questa opera vuole creare un legame simbolico con gli elementi del paesaggio che lo circondano: terra, acqua, cielo.

 

Cristina Bruniera è nata nel 1964. Artista che si distingue per una pittura materica ed emozionale e da un uso interessante di materiali e colori.